mariuolo

Campania ROSSO IGP – 12.5 % vol

Mariuolo: dal dialetto locale “Mariòla” è l’alzavino, detto anche ladro. Utilizzato per prelevare piccoli campioni dalle botti per controllare lo stato di maturazione.

Produzione delle uve

Ottenute da un’attenta selezione di uve Barbera Sannio (Camaiola) coltivate nei terreni a valle delle colline di Castel Campagnano, nelle “Terre del Volturno”, in provincia di Caserta.

Il sistema di allevamento è a spalliera, con una resa di 75 q.li/ha. La selezione delle uve è manuale, con un’attenta raccolta in cassette. La vendemmia avviene a metà settembre.

La conduzione è biologica, certificabile da ottobre 2019. La produzione 2020 sarà certificata anche in bottiglia, ma la lavorazione in cantina di fatti segue i regolamenti dei protocolli biologici.

La vendemmia 2018 è avvenuta il 10 Settembre.

Vinificazione

La fermentazione avviene in acciaio inox a temperatura controllata per circa 10-15 giorni, con un periodo di macerazione di 4 giorni.

La fermentazione malolattica avviene in acciaio inox dopo la svinatura. Segue la maturazione in acciaio inox per circa 6 mesi e, a proseguire, in bottiglia.

Caratteristiche e abbinamenti

Il colore è rosso rubino con riflessi violacei.

All’olfatto è di buona intensità e persistenza, profumi alti, fruttato e floreale.

Al palato tipici di questo vino sono i sentori di frutta e di fiori, giustamente tannico e persistente, risulta secco e morbido, di corpo, intenso e persistente.

Vino da consumarsi preferibilmente giovane per le sue note floreali.
L’annata 2018 presenta una spiccata spalla acida influenzata dalle condizioni meteorologiche dell’annata.

Ideale per abbinamenti con carni rosse e con pizze.
Temperatura di servizio 15-17 °C.

Gli altri vini